Savignano sul Panaro 2013
 

All’1 di notte solo alcuni locali restano aperti per accogliere quei clienti che, dopo una giornata forse un po’ noiosa, vogliono ancora un po’ di ebbrezza. Alle 2  il fornaio invece, col suo aiutante, è già al laboratorio per fare il pane. Sono le 3, notte fonda, la Perla Verde riposa e anche la falegnameria, con le sue strutture architettoniche, alle 4, non ha ancora acceso le seghe circolari. Le 5 e la stazione si prepara ad accogliere i primi vagoni dei pendolari  mentre  il sole verso le 6 sveglia la natura.  Alle 7, al bar, è ora di fare colazione. Un po’ di spesa alle 8 e dalle 9 alle 10 un giro in campagna è l’ideale per scoprire angoli curiosi. Sono le 11 e la pista di motocross è asciugata dal sole e alle 12, da tutt’altra parte, si preparano le tavole per il pranzo. Per chi lavora, l’idea di andare dalla parrucchiera alle 13, non è poi così stravagante e cosa c’è di più bello di una pennichella alle 14, dopo aver mangiato. Alle 15 le tute degli operai stese sono asciutte e pronte per essere stirate mentre il liutaio, alle 16, ha già restaurato il prezioso violino . Verso le 17 si ritorna a casa dal lavoro per essere pronti alle 18 per una partita alla bocciofila. Ormai le 19 e il sole,  tramontando, indora i tubi delle fabbriche. Sono le 20 e al ristorante si ordinano le portate. La notte  violacea arriva alle 21 ed a questo punto, alle 22, come un rito pagano, la gente nelle case guarda la Tv. Ma pensate, alle 23, c’è chi è ancora davanti al computer. E’ ormai mezzanotte e anche la cameriera del pub del Magazzino si prepara alla chiusura perché domani si ricomincia.

Eloaborati del corso di fotografia 2013

© 2023 by ADAM KANT / Proudly made by Wix.com

  • Twitter Classic
  • Facebook Classic